Impianto dentale: a chi rivolgersi e cosa scegliere tra studi, centri dentistici e cliniche dentali

0

Quando si ha bisogno di un impianto dentale a chi rivolgersi è, spesso, uno dei dubbi più consistenti e che rischiano di non trovare risposta precisa. Dagli studi dentistici, alle cliniche dentali – anche convenzionate – e passando per i reparti odontoiatrici, l’installazione di ponti dentali o di protesi e impianti osteointegrati è infatti nei listini di molti soggetti diversi. Come essere sicuri, però, di scegliere bene per la propria salute e, perché no, per le proprie tasche?

Tutto quello che c’è da sapere sull’impianto dentale in studio, in clinica, nei centri dentistici

L’idea migliore è rivolgersi innanzitutto, anche solo in via consultiva, al proprio dentista di fiducia. Sarà questo, al termine di una visita di controllo, a indirizzare non solo verso il tipo di intervento di implantologia dentale che fa più al caso proprio ma, anche e soprattutto, verso professionisti che possano occuparsene al meglio. Non è escluso, tra l’altro, che lo stesso possa essere eseguito direttamente in poltrona, presso lo studio dentistico di fiducia: dipende naturalmente da che tipo di impianto si tratta, dalle condizioni di salute generale del paziente, da macchinari e attrezzature disponibili in loco o dalle convenzioni con altri professionisti della salute dentale che ha attive il medico dentista. Se insomma nel proprio studio dentistico di fiducia lavorano anche un odontotecnico, un chirurgo odontoiatrico o un implantologo, non c’è ragione per cui un impianto dentale non possa essere realizzato direttamente lì. O quasi: come già si accennava, ci sono una serie di interventi dentali che risultano più complessi nella realizzazione o che richiedono l’uso di anestesia totale e che, quindi, per forza di cose non possono essere realizzati in uno studio dentistico.

In casi come questi, la soluzione in genere più accessibile sono i centri dentistici come Centroimplantologicomedico.it. Ne esistono ormai in praticamente ogni città italiana e nel loro organico contano ogni professionista della salute dei denti di cui si potrebbe aver bisogno. Il vantaggio che hanno rispetto al singolo studio dentistico è, insomma, la possibilità per il paziente di essere seguito da un team professionale e multi-disciplinare, per così dire, per l’intera durata del decorso pre-operatorio e post-operatorio. Rispetto alle cliniche convenzionate, invece, rivolgersi a un centro dentistico richiede in genere tempi di attesa meno lunghi, possibilità di programmare l’intervento quando è più comodo e un prezzo chiaro e stabilito fin da subito. Chi stia ancora valutando la necessità di un impianto dentale, a chi rivolgersi e a che condizioni, cioè, può chiedere a realtà come queste un preventivo gratuito e senza impegni.

Qualsiasi sia il soggetto a cui ci si affida per il proprio impianto dentale, comunque, ci sono poche caratteristiche che lo rendono quello giusto. La professionalità e l’esperienza maturata nel campo sono, va da sé, le prime tra queste. Anche la disponibilità a fornire spiegazioni e informazioni dettagliate al paziente non possono mancare, anche in considerazione del fatto che affrontare un intervento, per quanto semplice, ai denti può causare ansia e preoccupazione in persone più sensibili. La trasparenza su metodi e materiali utilizzati, durata dell’intervento, possibili complicanze distingue, ancora, un buon professionista dell’implantologia dentale. Lo stesso fa la capacità di seguire, e far sentire seguito, il paziente anche nel decorso operatorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here