I migliori sistemi fai da te liberare gli scarichi di casa

0

Se l’acqua non scende nello scarico ma stagna nel lavandino, allora hai un problema di scarichi otturati. Ci sono diversi metodi che puoi utilizzare per liberare gli scarichi senza nemmeno dover chiamare un idraulico Milano. Ecco alcuni dei sistemi che puoi provare subito.

 Il filo di ferro

Per togliere l’ostruzione che blocca l’acqua nel lavandino, puoi usare del semplicissimo filo di ferro. Prendi il filo, abbastanza grosso, E crea all’estremità una sorta di uncino. Cala ora il filo nello scarico del lavandino; l’estremità si aggrapperà allo sporco incastrato così tu potrai rimuoverlo del tutto. Se non hai un filo di ferro puoi utilizzare la gruccia in metallo della lavanderia. Aiutati con una pinza per smontare la gruccia e formare l’uncino che ti serve.

La miscela con aceto e sale

Un altro metodo molto valido che libera gli scarichi otturati di casa prevede di usare degli ingredienti che di sicuro hai già nella tua dispensa. Versa nello scarico del lavandino delle sale grosso da cucina e poi del sito di vino rosso. Lascia agire il composto per diverse ore, anche tutta la notte, senza aprire il rubinetto. Al tuo risveglio nel lavandino un paio di litri di acqua bollente per far scivolare via l’ostruzione.  Per massimizzare l’effetto puoi anche aggiungere alla miscela del bicarbonato di sodio. Assieme all’aceto, dà il via a una reazione chimica che pulisce alla perfezione lo scarico del tuo lavandino senza darti più problemi di questo tipo.

 Lo stura lavandini

Uno dei metodi più classici che ci sia per togliere lo sporco dallo scarico, usato anche da ogni idraulico Milano esistente, è lo stura lavandino. Posiziona la ventosa sullo scarico del lavandino e con l’altra mano tieni ben chiuso il foro di scarico di emergenza. Muovi la ventosa per far andare sottovuoto una tubatura fa salire tutto lo sporco che blocca il deflusso della tua. Oltre a imparare a usare correttamente gli scarichi domestici, tieni lo stura lavandino sotto mano se spesso hai di questi problemi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTutte le tipologie di finestre in PVC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here